venerdì 31 gennaio 2014

STECCHE DI JIM LAHEY


Chi è Jim Lahey? E cosa sono le stecche? Jim Lahey è il proprietario della panetteria newyorchese "Sullivan Street Bakery", già inventore del pane senza impasto, reso celebre grazie a un articolo e a un video di Mark Bittman del New York Times. Dopo il pane senza impasto, egli ha messo a punto un'altra ricetta conosciuta sul web come Stecche di Jim Lahey, un pane simile a una baguette, anch'esso fatto senza impasto. La ricetta potete trovarla su molti blog e sono più o meno tutte uguali, ma tra le tante proposte in rete la mia scelta è ricaduta su questa di Nanino. Il risultato? Un pane soffice, profumato e molto digeribile. 

Per questa ricetta ho utilizzato le farine della Molino Rossetto

Ingredienti per 4 stecche:

300 gr di farina per pane
150 gr di farina manitoba
350 gr di acqua a temperatura ambiente
5 gr di sale
5 gr di zucchero
2 gr di lievito di birra fresco*
olio extravergine d'oliva
sale grosso
semola rimacinata per spolverare

*per il lievito di birra fresco la dose esatta sarebbe 3,5 gr., per quello secco 1 gr., per il lievito madre 50 gr.

Preparazione:

In una larga ciotola, mescolate le farine setacciate insieme, sale, zucchero e il lievito di birra sciolto in un pò d'acqua. Unite l'acqua e con un cucchiaio di legno amalgamate tutti gli ingredienti. Si dovrà formare una palla umida e appiccicosa. Coprite la ciotola con un foglio di pellicola per alimenti oppure lavorate l'impasto in un contenitore a chiusura ermetica. Io per esempio ho usato un contenitore della Tupperware. Lasciate lievitare l'impasto per 12-18 ore (24 ore se usate il lievito madre) a temperatura ambiente, finché non sarà raddoppiato e la superficie coperta di bolle. Spolverate di farina la superficie di lavoro, versateci sopra l’impasto, all’inizio mettendo la ciotola capovolta così da farlo cadere da solo e poi aiutandovi con una spatola, cercando di non maltrattarlo troppo. Fate le pieghe. Prendete uno dei lembi e ripiegatelo al centro dell’impasto. Fate la stessa cosa con gli altri tre lembi, come se piegaste i lati di un fazzoletto portandoli al centro. Mettete un telo da cucina sul ripiano e cospargetelo con abbondante semola. Fatto questo, ribaltate l’impasto sopra il telo e dategli la forma di una palla un pò appiattita, tenendo la "cucitura" verso il basso. Spennellate di olio la superficie, cospargetela di sale grosso e di semola. Richiudete sopra di esso il telo e lasciate lievitare l'impasto per 2 ore o finché non sarà raddoppiato. L'impasto sarà pronto quando, affondando un dito, manterrà l'impronta senza ritornare indietro. Mezz'ora prima della fine della seconda lievitazione, accendete il forno e portatelo a 250°C. Dividete l'impasto in 4 parti, poi con delicatezza allungatelo formando una stecca della lunghezza della teglia. Disponete le stecche parallelamente nella teglia, precedentemente rivestita di carta forno, distanziandole tra loro. Spennellate le stecche di olio, cospargetele ancora con del sale grosso ed infornatele. Cuocetele nel forno caldo per 15-20 minuti o fino a quando la crosta risulterà dorata. Spegnete il forno e fate riposare le stecche nella teglia per altri 5 minuti, poi disponetele su una grata per il raffreddamento.

31 commenti:

  1. è da un pò che non le faccio! ti riuscite magnifiche!! sempre bravissima! Baciiiiiii

    RispondiElimina
  2. bravissima ! io le faccio un po' più schiacciate ... che belle e buone che sono !!!!

    RispondiElimina
  3. Sono venute proprio bene, complimenti!
    Ora che le hai provate non le molli più...:))

    RispondiElimina
  4. Hanno un aspetto fantastico!!!! Bravissima!!! un bacione

    RispondiElimina
  5. la miga alveolada se ve genial!!
    Un saludito

    RispondiElimina
  6. E' da tanto che voglio provarle...le tue hanno un aspetto delizioso, perfette!

    RispondiElimina
  7. ho rubato!!!!! sta facendo la prima lievitazione!!! ^_^

    RispondiElimina
  8. Ma pensa non conoscevo Jim Lahey! Questi panini hanno proprio un aspetto delizioso. Mi segno la ricetta!

    RispondiElimina
  9. Che bello il tuo pane e che bella alveaura all'interno , complimenti cara , voglio provare anch'io questa ricetta. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  10. fantastiche queste "stecche" un'alveolatura perfetta!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. continuo a vederle in giro, ma a te sono venute spettacolari! bravissima!

    RispondiElimina
  12. Il mitico Jim del no knead bread che ha fatto il giro del mondo e dei blog ;)
    Io voglio provarlo da una vita, da quando vidi lahey prepararlo da martha stewart.. Ora vedo pure ste stecche stupende e mi ritorna la voglia! Chissá che mi decida ;)
    Ti é venuto una meraviglia! :)

    RispondiElimina
  13. Fatte un po' di tempo fa, buone buone .Ciao

    RispondiElimina
  14. mi sta facendo tornare fame! deve essere meraviglioso!

    RispondiElimina
  15. Carissima, ma come ti sono venute bene!!!
    Io non le ho ancora fatte, ti te mi fido ciecamente, quindi il prossimo pane che farò saranno queste stecche!!!
    Baci e buon we

    RispondiElimina
  16. Bravissima !!!!! fantastiche queste "stecche"....uhmmmmm fame!!!!
    Baci
    Ettore

    RispondiElimina
  17. è meravigliosoooo... da provare ;-)
    buon w.e.

    RispondiElimina
  18. inutile dire che il risultato è meraviglioso :)) bravissima come sempre! bacione e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  19. Ciao, che bello il tuo blog e quante cosine tutte da "copiare" :-) Mi sono unita ai tuoi sostenitori, se ti va fallo anche tu. Grazie. Francesca.

    RispondiElimina
  20. le sto' vedendo in giro in vari blog e prima o poi le provero' anch'io...le tue sono bellissime :)

    RispondiElimina
  21. questa ricetta di pane potrebbe essere veramente quella che fa per me, è senza lievito madre e sembra facilissima, quasi quasi mi ci metto, la stampo e la faccio....ti saprò dire cara, un bacione e buona domenica !

    RispondiElimina
  22. La miga es perfecta un pan fantàstico me encanta,abrazos y saludos.

    RispondiElimina
  23. ma che spettacolo questo blog!!
    bellissimo davvero..chiaro! mi sono unita ai tuoi lettori fissi...se ti va di passarmi a trovare e magari di ricambiare mi farebbe davvero piacere!
    sei bravissima!
    ma come hai fatto a fare questo stupendo indice delle ricette? è tr comodo e chiaro!!
    davvero brava!
    a presto buona serata vale

    RispondiElimina
  24. che spettacolo, ricetta nuova per me, le provo di sicuro (sembrano facili da preparare)! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  25. ...sembrano fattibili per me che non sono un'abile panificatrice. Oltretutto la ricetta è stupenda e il risultato meraviglioso! Bravissima come sempre anche nello spiegare!

    RispondiElimina
  26. Che soddisfazione preparare il pane in casa, ho preso nota, proverò presto questa meravigliosa ricetta!!!!
    Un abbraccio!!!!!

    RispondiElimina

Ti do il mio benvenuto con queste parole: ogni persona, piccola o grande, che passa nella nostra vita è unica. Lascia sempre un pò di sé e prende un pò di noi. Grazie per aver incrociato il mio cammino!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...