sabato 26 febbraio 2011

CHALLAH - PANE DELLO SHABBAT


Il Challah, pane bianco e soffice molto simile al pain brioche, è un pane profondamente simbolico. Viene consumato durante lo shabbat ed altre feste ebraiche, tranne la Pesach quando il pane lievitato non è consentito. Il pane viene intrecciato e ricoperto di semi di papavero o sesamo. I semi simboleggiano la manna che Dio fece cadere dal cielo per cibare gli Israeliti mentre vagavano nel deserto. Nella Bibbia, nel libro dei Numeri capitolo 15 versetti 17-21 leggiamo: "Il Signore parlò ancora a Mosè dicendo: "Parla agli Israeliti e di' loro: "Quando entrerete nella terra in cui io vi conduco e mangerete il pane di quella terra, ne preleverete un'offerta da presentare al Signore. Dalle primizie della vostra pasta preleverete una focaccia come contributo: la preleverete come si preleva il contributo per l'aia. Delle primizie della vostra pasta darete al Signore un contributo, di generazione in generazione."

Ingredienti:

250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba
200-250 gr circa di acqua tiepida*
2 uova
2 cucchiai di zucchero
60 gr di olio extravergine d'oliva
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino e mezzo di sale

*il quantitativo d'acqua è in base all'assorbimento della farina per cui verificate se diminuire o aumentare queste dosi

Per la superficie:

1 uovo mescolato a 1 cucchiaio d'acqua
semi di papavero o sesamo

Preparazione:

Su una spianatoia formate una fontana con la farina setacciata, aggiungete le uova, l'olio, lo zucchero, l’acqua in cui avrete sciolto il lievito di birra, infine il sale. Impastate bene e fate riposare 1 ora in un luogo caldo.


Riprendete l'impasto, formate dei cordoncini, annodateli e create una treccia. Adagiatela in una teglia ricoperta di carta forno e rimettetela a lievitare per altri 60-90 minuti.



Spennellate la treccia con un uovo sbattuto con 1 cucchiaio d'acqua e cospargetela di semi di papavero o sesamo. Infornate a 180-200°C per 20-30 minuti o fino a quando diventerà di un bel colore dorato.

23 commenti:

  1. bellissimo..chissà che profumo!!!!!!!!baci!!

    RispondiElimina
  2. Non lo conoscevamo, ma siamo molto attratti da questo pane e dalla sua consistenza, intanto salviamo la ricetta!
    Baciotti
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  3. Ha una bellissima alveolatura ed è ben cotto.
    Mandi

    RispondiElimina
  4. une halla très réussie. Bravo!!!
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  5. Immagino il profumo...ben lievitato.

    ciao

    RispondiElimina
  6. Ma che bello, interessante anche il post, grazie, complimenti e buona domenica!

    RispondiElimina
  7. Molto interessante l'introduzione! E che bella la tua treccia!

    RispondiElimina
  8. Ciao! :)
    Che bella l'introduzione che hai scritto di questo pane bianco!
    Mi è piaciuta molto... grazie!

    Sono passata per proporti di partecipare al concorso “Mi dai la ricetta?” .
    Se hai una ricetta che ti è stata donata, scritta su un quaderno o un foglietto e magari hai un aneddoto o un ricordo legato ad essa, trovi l’iniziativa qui:
    http://spelucchino.blogspot.com/2011/02/concorso-mi-dai-la-ricetta.html

    RispondiElimina
  9. Belle le ricette della tradiione ebraica, una cucina ricchissima e variata piena di sfaccettature geografiche..E poi a pessaq non c é quasi nulla con la farina e da buona celiaca é una festa che mi godo tantissimo !!

    RispondiElimina
  10. Ciao, un pane che a quanto pare ha una lunga tradizione.
    Buno nella sua semplicità.
    Baci baci

    RispondiElimina
  11. Le ricette della tradizione sono sempre le migliori, non c'è dubbio, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  12. Morbidissimo,almeno dalle foto lo sembra, e con una bella storia =)

    RispondiElimina
  13. Sono stata sempre attratta da questo pane intrecciato ogni volta che vedevo nei film le feste ebraiche quindi ti ringrazio tanto per questo post, domani compro i semi e lo faccio.
    Ti è venuto perfetto, brava!

    RispondiElimina
  14. Infatti impastare ha un che di sacralità che prende anche me che son ben negata (per ora!)...
    E' fantastica quell'alvolatura.

    RispondiElimina
  15. Ciao, ottima Challah. Domani, al tramonto, due per me ;)

    RispondiElimina
  16. gran bel pane preparato molto bene si vede dal taglio, ciao

    RispondiElimina
  17. Ciao!
    Ho appena pubblicato i premi del contest...
    Se ti va passa a dargli un occhio!!!
    Buona Domenica
    Un bacio

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutti! Vi auguro una buona settimana! Baci :)

    RispondiElimina

Ti do il mio benvenuto con queste parole: ogni persona, piccola o grande, che passa nella nostra vita è unica. Lascia sempre un pò di sé e prende un pò di noi. Grazie per aver incrociato il mio cammino!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...