giovedì 21 febbraio 2013

CECIARELLI DI CARNEVALE


Sono un pò in ritardo per la pubblicazione di questa ricetta, il Carnevale è già passato, ma una brutta influenza con complicazioni varie mi ha messa KO e quindi posso proporla soltanto ora. Ma che importa, tanto le ricette di cucina mica cadono in prescrizione! ;-) In Campania si chiamano Struffoli, nelle Marche si chiama Cicerchiata, in Sicilia Pignolata, e da me nel Lazio si chiamano Ceciarelli, prendono il loro nome dalla forma simile a dei piccoli ceci. A differenza degli struffoli napoletani che si preparano a Natale, da noi si preparano per la festa di Carnevale. Solitamente vanno serviti, secondo un'antica tradizione, sulle foglie dei limoni o delle arance, che oltre a donare un buon profumo ai Ceciarelli, sono anche decorative, però in mancanza delle foglie vanno benissimo i pirottini di carta. Possono essere decorati con i confettini di zucchero colorati, che io ho omesso perché a casa mia non piacciono, ma ci stanno benissimo perché sono molto allegri e ornamentali. 

Ingredienti:

250 gr di farina
2 uova
1 cucchiaio di zucchero
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio di limoncello 
1 limone grattugiato
miele di arancia o millefiori qb
olio di arachidi per la frittura

Preparazione:

Impastate bene farina, olio, zucchero, uova, limoncello e la buccia grattugiata del limone, poi create dei cordoncini lunghi e ricavate da essi tanti tocchetti grossi quanto un cecio. Friggete i ceciarelli e quando saranno dorati, scolateli e asciugateli su carta assorbente. In una larga casseruola fate scaldare il miele su fuoco moderato, versate i ceciarelli e mescolate alcuni minuti per ricoprirli di miele. Adagiate i ceciarelli sulle foglie o nei pirottini di carta e decorate a piacere con i confettini di zucchero colorati.

21 commenti:

  1. certo che questi dolcetti, hanno uno nome diverso per regione....ottimi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, sono talmente conosciuti che ogni regione li chiama in maniera diversa dagli altri e ha la sua ricetta tradizionale.

      Elimina
  2. devo confessarti una cosa (che vergogna!)...nonostante anche io sia del lazio questi dolcetti gli ho sempre chiamati "struffoli" alla napoletana!
    Grazie al tuo post ho imparato una cosa nuova!
    Devono essere ottimi comunque!
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha Martina, ma non c'è nulla di cui scusarsi, forse nella tua famiglia vengono chiamati così e così li chiami anche tu. In fondo ognuno li chiama un pò come vuole in base alla regione di provenienza e sicuramente con il nome "Struffoli" sono più conosciuti, ma alla fine un nome conta poco... :)

      Elimina
  3. Belli è buoni!! Mi sono unita con piacere ai tuoi lettori ciao Eleonora

    RispondiElimina
  4. Ma che carini che sono, piccinissimi :) Hanno un nome davvero simaptico e a guardarli sembrano proprio dei ceci piccoli piccoli. Che pazienza a farli. E che delizia mangiarli. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paese che vai, nome che trovi...In effetti è davvero simpatico...Un bacione e buona serata a te :)

      Elimina
  5. Non li conoscevo, sembrano così buoni. Mi scrivo la ricetta. ;) Bacio.

    RispondiElimina
  6. Mi spiace per la tua influenza. I tuoi ceciarelli sono deliziosi, uno tira l'altro. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! Purtroppo dall'influenza sono passata alla bronchite, sono migliorata un pò, ma ancora non ne sono uscita, ho una brutta tosse... :'(

      Elimina
  7. con questo nome non li conoscevo e non li mangio da una vita, mi hai messo voglia! Buon we cara, un bacione.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno li chiama a suo modo, ma alla fine è sempre la stessa ricetta che appartiene alla tradizione di un pò tutte le regioni italiane. Buon fine settimana a te, un bacione!

      Elimina
  8. Complimenti per le tue meravigliose ricette!!!
    Ti seguo ormai da tanto e molto spesso prendo spunto dalle tue ricette.
    Anch'io ho un mio blog di cucina e mi farebbe tanto piacere che tu lo visitassi.
    Ti lascio il mio indirizzo: www.cucinaconelena.blogspot.it
    Spero in una tua risposta. Un affettuoso abbraccio. Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, fa sempre piacere essere apprezzati! Passerò volentieri a visitare il tuo blog! Buona serata :)

      Elimina
  9. Che splendida ricettina! E complimenti per il blog! Mi sono subito iscritta tra i tuoi lettori. Se ti va passa a trovarmi anche tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le belle parole, passerò volentieri a visitare il tuo blog! Buona serata :)

      Elimina
  10. ed io che pensavo fossero dei ceci!!! un bacione

    RispondiElimina
  11. Grazie per questa dolcissima ricetta che mi sono subito appuntata,
    decisamente il nome "ceciarelli" mi sembra il più azzeccato per la loro forma ;-)
    A Torino i bambini sono in vacanza da scuola per il ponte di carnevale e riprendono le lezioni mercoledì... quindi li faremo insieme ;-)
    Auguri per la tua salute, anche da noi l'influenza ha colpito un pochino tutti lasciando anche strascichi.
    Tante serene e gioiose giornate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Anna, spero che i ceciarelli siano di tuo gradimento. Auguro a te e famiglia un bellissimo Carnevale! Buon fine settimana

      Elimina

Ti do il mio benvenuto con queste parole: ogni persona, piccola o grande, che passa nella nostra vita è unica. Lascia sempre un pò di sé e prende un pò di noi. Grazie per aver incrociato il mio cammino!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...