martedì 13 dicembre 2011

ZEPPOLE NATALIZIE DI PASTA CRESCIUTA



Dalle mie parti senza le Zeppole di Pasta Cresciuta non è Natale! A dire il vero la tradizione direbbe di farle il giorno della vigilia di Natale, ma siccome il 24 sarò impegnata a preparare tante altre cose, ho deciso di farle il 13 dicembre per la festa di Santa Lucia. C'è la versione semplice, solo con lo zucchero sopra, poi quella con il cavolfiore, infine quella con il baccalà. Ma volendo si possono usare tante altre verdure, per esempio in altri periodi dell'anno le faccio con i fiori di zucchine o con il sedano che adoro in maniera particolare. L'impasto è semplicissimo, è fatto solo con farina, acqua, lievito e sale e può essere fatto a mano. La mia mamma le fa ancora così e vengono sofficissime, ma se vogliamo risparmiarci questa ulteriore fatica è meglio se usiamo l'impastatrice. Un'ultima raccomandazione, per vedere se un impasto è ben lievitato deve formare le bolle.

Ingredienti

per le zeppole con lo zucchero:

500 gr di farina 00
½ cubetto di lievito di birra fresco
300 gr d'acqua tiepida*
1 pizzico di sale
olio di arachidi
zucchero per la superficie

per le zeppole con il cavolfiore:

500 gr di farina 00
½ cubetto di lievito di birra fresco
300 gr d'acqua tiepida*
1 cucchiaino di sale
olio di arachidi
cavolfiore lessato qb

*è un dato variabile perché i liquidi sono in base all'assorbimento della farina

Preparazione:

Inserite nella ciotola dell'impastatrice la farina, il lievito sciolto in un pò d'acqua tiepida sottratta ai 300, aggiungete una parte dell'acqua ed azionate l'impastatrice. Man mano che impasta ci si regola del quantitativo d'acqua che assorbe la farina, aggiungetene dell'altra se serve. Verso la fine dell'impasto unite il sale. Impastate per 15-20 minuti circa. Conservate l'impasto nella ciotola coperta o in un contenitore capiente della Tupperware e lasciate lievitare in un luogo tiepido per qualche ora o fino al raddoppio della pasta. Riprendete l'impasto e aggiungete il cavolfiore se volete fare le zeppole salate. In entrambi i casi, prendete un pò di impasto con un cucchiaio, formate delle palline oppure fate un buco al centro se volete fare le zeppole dolci e friggitele nell'olio di arachidi, fino a quando saranno gonfie e dorate. Ponetele su carta assorbente e zuccherate le zeppole dolci. Vanno servite calde.

33 commenti:

  1. wow da quanto tempo che non mangio le zeppole.. mia mamma le faceva sempre per la vigilia di natale e anche quelle con il cavolfiore..
    ti rubo la ricetta sono buonissime..
    lia

    RispondiElimina
  2. mai mangiate con il cavolfiore! devono essere buonissime!

    RispondiElimina
  3. pastacresciuta della nostra tradizione, buona!! adoro anche la tua versione dolce. Se tiva, passa a vedere la mia proposta salata... ;-)
    A presto

    RispondiElimina
  4. CHe meraviglia!!!!
    Anche mia nonna faceva qualcosa di simile.. Che delizia!

    A presto!

    RispondiElimina
  5. mamma mia che spettacolo!!!!!!!!!!!!!!bravissima!

    RispondiElimina
  6. e si , sono classiche , io le adoro e le ho fatte sia dolci che salate , però ripiene di ricotta , acciughe e pomodorini ... ma quelle con il cavolfiore sono buonissime anche :-)))

    RispondiElimina
  7. Che meravigliosa golosità mi fanno tornare bambina quelle con lo zucchero me le faceva mia nonna!

    RispondiElimina
  8. mammamiamachebontaaaaaaaaaaaaàààà... tu sei magica veramente ... fai venire l'acquolina ad una bizzarra come me che non ama dolci.... ^^

    RispondiElimina
  9. @ PROVARE PER GUSTARE: Mi fa piacere che le conosci anche tu, le zeppole fanno parte di quei dolci sapori dell'infanzia che ci porteremo sempre nel cuore! Buona serata :)

    @ Shade: Ciao Shade, provale in versione salata sono altrettanto buone! Ciao e grazie per il commento :)

    @ Rosalba: Si ho presentato sia la versione dolce che quella salata con il cavolfiore. Passerò volentieri sul tuo blog! Buona serata :)

    @ Elvira Coot: Grazie Elvira, allora spero che li assaggerai anche quest'anno! :)

    @ Federica: Grazie Federica, un bacione

    @ Housewives: Con ricotta, acciughe e pomodorini mai fatti, ma devono essere molto buoni. Se hai pubblicato la ricetta passo a copiarla! Buona serata

    @ La cucina di Esme: Io purtroppo non ho mai avuto una nonna che me li facesse, ma fortunatamente la mia mamma è bravissima e me li faceva e me li fa ancora! Un abbraccio :)

    @ Ricettosando: Blu, c'è anche la versione salata con il cavolfiore. Baci

    RispondiElimina
  10. Mamma mia che golosità!!! Sono Manuela e mi ha fatto piacere la tua visita.Mi unisco volentieri anch'io ai tuoi fans. A presto!

    RispondiElimina
  11. Ciao Manuela, prima sono capitata per caso sul tuo blog e ho visto moltissime ricette stuzzicanti e mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori! Sei molto brava! A presto :)

    RispondiElimina
  12. Credo d averle mangiate da piccola, ma poi la tradizione a casa si è persa. Quelle con il cavolfiore mi sttirano in maniera particolare. E mi sa che l'effetto e quello delle ciliegie: una tira l'altra :)

    RispondiElimina
  13. Mamma che buone..........Una a me.......che squisitezzaaaaaa

    RispondiElimina
  14. E' una vita che non le mangio,passamene una dozzina, devo recuperare! un bacione...

    RispondiElimina
  15. adoro queste ricette non tramontano mai complimenti

    RispondiElimina
  16. @ Federica: Devi assolutamente assaggiarle, stasera erano ancora morbidissime! Un bacione

    @ lidia: Grazie Lidia, te ne offrirei volentieri, peccato non poterlo fare dal vero. Un abbraccio

    @ Chiara: Ahahaha Chiara una dozzina tutte insieme ti farebbero male, però hai ragione son davvero golose! Baci

    @ Giovanna: Grazie Giovanna. Le zeppole fanno parte di quei dolci ricordi legati al Natale della nostra infanzia e ai quali pensiamo sempre con tanta nostalgia! Buona serata :)

    RispondiElimina
  17. .... scommetto che queste sono una tira l'altra..............

    RispondiElimina
  18. Mi ricordano la mia infanzia, mia madre quelle dolci le cospargeva con il miele!
    E poi ne preparava anche con il cavolfiore, il baccalà, ed anche con le alici salate!!
    Grazie per questo tuffo nel passato! :))

    RispondiElimina
  19. Mi ricordano tutti i natali della mia vita, dai miei genitori non è natale se non si mangiano le pettole (così le chiamano in Basilicata). Invece non conoscevo la versione con il cavolfiore... adoro le ricette della tradizione. Bravissima

    RispondiElimina
  20. @ stefy: In effetti è difficile resistere ;-)

    @ Stefania: Grazie :)

    @ Assunta: Vero anch'io lego il ricordo delle frittelle ai dolci ricordi dell'infanzia :)

    @ Donatella: Grazie Donatella, buona serata :)

    RispondiElimina
  21. Ma quanto sono buone!Non mi stancherei mai di mangarle!Ciao

    RispondiElimina
  22. @ La cucina di Molly: Grazie Molly e buona giornata :)

    @ I sognatori di Cucina e nuvole: Grazie :)

    @ Le pellegrine Artusi: Grazie :)

    RispondiElimina
  23. Navigavo nel web in cerca di una ricetta e per caso sono entrata nel tuo blog e sono rimasta incantata dalla buonissime ricette...... complimenti!!! Mi unisco ai tuoi follower cosi' seguirò tutte le ricette.
    Buone feste
    Adriana
    p.s.dimenticavo... siamo concittadine, anch'io sono di Latina, se ti fà piacere passa nel mio blog.

    RispondiElimina
  24. Ciao Adry grazie per le belle parole, passerò volentieri a visitare il tuo blog! Buona serata :)

    RispondiElimina
  25. davvero invitanti queste zeppole...mi è venuta l'acquolina in bocca..

    RispondiElimina
  26. Che buone in sicilia le chiamiamo spince. E in puglia le pettole ma alla fine sepre pasta crisciuta e' ciao e buon natale

    RispondiElimina
  27. Ciao, ti va se pubblico questa tua bellissima ricetta sull'app VIDEO RICETTE DOLCI a TUO NOME? fammi saper su expasticcere@gmail.com

    RispondiElimina

Ti do il mio benvenuto con queste parole: ogni persona, piccola o grande, che passa nella nostra vita è unica. Lascia sempre un pò di sé e prende un pò di noi. Grazie per aver incrociato il mio cammino!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...